CLUB BIBY CHIHUAHUA
Get Adobe Flash player

We have 24 guests and no members online

User Rating:  / 1
PoorBest 

Cosa è un Centro Benessere Animale

 

Il centro benessere animali — CBA nasce dalla necessità di valorizzare il rapporto con gli animali, facendo transitare da problema a risorsa e conducendo i diversi attori

Interessati a sviluppare tipologie diverse dal tradizionale “canile”

 

La massima potenzialità di questi valori, peraltro non disgiunta dalla possibilità di indotti economici frutto di “turismo verde” trova la sua espressione nel nuovo concetto di “centro benessere animale” che deve sostituire quello, ormai obsoleto, legato alla struttura di “canile o gattile” inteso esclusivamente come centro di lungodegenza e confinamento per cani e gatti.

 

Il “centro benessere animale” è altresì l’ espressione di un connubio funzionale fra l’ istituzione pubblica ed il privato, tra l’ esigenza di ricovero e/o smarriti da avviare nuovamente presso famiglie e la possibilità di usufruire di servizi specifici aperti alla cittadinanza a carattere ricreativo ed educativo.

 Un primo “comparto” progettuale comprende gli impianti che vengono erogati alla cittadinanza i servizi istituzionali delle aziende AA.SS.LL e degli Enti Locali per la gestione della fauna, si tratta di:

A) strutture destinate allo svolgimento dell’ attività veterinaria e sanitaria sugli animali abbandonati e randagi e/o sulla fauna selvatica da recuperare.

B) Strutture per la gestione degli animali usciti dalla profilassi , accolti  temporaneamente  nel centro, con l’ obbiettivo precipuo di promuovere  l’ affidamento ovvero di reintrodurre la fauna selvatica  negli habitat originari e di recuperare  la fauna esotica in siti controllati per evitare le forme di inquinamento biologico dei nostri areali e la possibile distribuzione della fauna autoctona.

 

Altro elemento di particolare pregio in rapporto alla zona sarà l’ oculata gestione del verde che partendo dall’ inquadramento territoriale e dell’ analisi delle diverse situazioni vedrà l’ inserimento di alberi e arbusti tipici del luogo tali da favorire lo stanziamento di avifauna stanziale o migratoria e di piccoli mammiferi.

L’inserimento nell’impianto a verde di “muri didattici” contribuirà a creare piccoli spazi aperti alle scolaresche dove sarà possibile osservare e conoscere la fauna tipica dei campi.

 In dette unità trovano sistemazione anche i servizi veterinari che consentono sia alla locale ASL di svolgere le proprie attività istituzionali sia alla gestione di assicurare le prime terapie di emergenza sugli animali trovati o su quelli che necessitano assistenza sanitaria.

 

Un vasto spazio a prato consentirà di attivare corsi di educazione comportamentale sia per i cani dei privati sia per gli animali da affidare in sinergia, con comportamentalisti e corsi di Pet– Education aperti alla cittadinanza, in modo da attivare sul territorio una “situazione ricreativa”, vicino all’ abitato, tale da invogliare i cittadini a recarsi nel Centro Benessere Animale per esplicare attività ludiche, per conoscerlo, per visitarlo, fermarsi una intera giornata, approfittando di un piccolo ristoro, creando così un movimento di opinione e una forma di sensibilizzazione che consenta l’ affidamento degli animali presso le famiglie e lo sviluppo del corretto rapporto uomo/animale.

 Attrezzando in parte con strutture che permettano il particolare addestramento degli animali ( ad esempio finte materie)

Potrà essere attivato all’ interno del centro anche il pensionamento degli animali di privati.

A questo servizio potrà essere abbinata l’ offerta di brevi percorsi di addestramento o di agility per garantire il movimento adeguato degli animali nelle ore di ricovero presso il centro.

 

Sotto il coordinamento della gestione del centro Benessere Animale, possono essere realizzate strutture apposite per la detenzione ad ore dei cani  -  punti di Dog  -  Sitting e/o Animal Points   -  al seguito dei turisti e/0 cittadini nella prossimità di pioli museali o commerciali nei quali viga il divieto di entrare con il proprio animale o nel caso di particolari manifestazioni nelle quali non siano ammessi gli animali.

All’ interno di una “ ludoteca ambientale” realizzata nella parte destinata a percorso ricreativa, dove attivare con i “giovanissimi” attività legate all’ educazione ambientale quale ad esempio il riciclo della carta, del legno, del vetro, delle lattine per costruire piccoli oggetti di artigianato o “ soprammobili poveri” fatti con materiale di recupero, potrà arricchire la già sostanziosa offerta di attività ed esperienze educative svolte nel centro.

Contestualmente nel Centro potranno essere realizzate zone sparse a diverse coltivazioni per permettere ai giovani lo sviluppo della conoscenza del ciclo delle piante, della loro origine e del loro utilizzo considerato l’ inscindibile legame fra le diverse componenti biotiche e abiotiche che caratterizzano un habitat.

 

Per l’ attività di recupero della fauna selvatica, ai fini della successiva reintroduzione in natura potrà essere realizzata all’ interno del centro una zona destinata a tali anomalie ai loro acclimatamento.

Gli stessi durante le fase di degenza potranno costituire, con le dovute precauzioni per evitare l’ eccessivo contatto con l’  ( strutture di avvistamento )  una fonte di insegnamento didattico e di sensibilizzazione prima della loro reintroduzione in natura o dell’ affidamento ai centri specializzati della zona.

 

Grazie alla modularità e leggerezza delle strutture, a seconda dell’ estensione dell’ area, e delle esigenze riscontrate, all’ interno del centro potranno essere realizzati zone di ricovero per i grandi mammiferi sequestrati o maltrattati, punti di recupero della fauna alloctona quali le Trachemys ssp per evitarne la dispersione in natura ed il conseguente inquinamento biologico.

 

 

IMPIANTI TECNOLOGICI

Una particolare rilevanza viene data agli impianti tecnologici a servizio del centro.

Infatti anche l’ uso ragionato delle tecnologie negli impianti della struttura costituisce un elemento innovativo e di eccellenza nell’ impianto. Ovviamente l’ utilizzo delle diverse tecnologie legato alla gestione dei reflui, dell’ acqua e delle energie sono da valutare attentamente in rapporto ad una analisi di costi e beneficio e sulla base delle risorse a disposizione dell’ ente.

 

Acqua Vasche di raccolta delle acque meteoriche per rendere il meno impattante possibile l’ intera struttura.

Ciò permette di definire l’ impianto Ecocompatibile.

 

Analogamente i percorsi lucidi e/o di agility o il centro fisioterapico per i cani nel centro sono pensati ed impostati come spazi aperti anche ai cittadini e turisti affinché, a pochi metri dalla cittadina, possa esservi uno spazio ricreativo per uomini e animali.

Il centro Benessere Animale può inoltre diventare centro operativo per supportare attraverso operatori formati tramite corsi specifici, le situazioni critiche dovute alla compresenza di uomini ed animali, erogando servizi e attività specifiche di assistenza domiciliare (servizio di animal Taxi e di animal sitter, di distribuzione di prodotti tipici, la cui vendita serve a finanziare le attività istituzionali del centro e a mantenere saldo una rete di scambio con la città.

 

Apposite convezioni con i centri Universitari possono scaturire percorsi di stage e tirocini nell’ ambito della gestione della fauna urbana creando nuovi percorsi di formazione High  -  Level per esperti di contenimento delle popolazioni pest. Nel contempo la sinergia creata con le diverse realtà imprenditoriali e di studio conduce ad una formazione ed aggiornamento continuo che elemento essenziale nella gestione del centro e degli animali.

 Analoghi interventi possono essere realizzati in riferimento ad una serie di attività legate a prodotti che quotidianamente vengono consumati, quali:

 

Attività di apicoltura per evidenziare il processo di produzione del miele e della cera ed i relativi derivati

Processo di vinificazione

Processo di panificazione

Processo attinente all’ attività olearia

Processo attinente all’ attività casearia

Processo e produzione di essenze distillate legati all’ erboristeria e alla coltivazione di fiori e piante